PoliticaFranco Nofori

Politica
Rappresentanti eletti e funzionari dei dicasteri: chi di loro comanda in Italia?

Il Popolo Sovrano designa, attraverso libere elezioni, chi dovrà rappresentarlo alla guida del Paese. Ma chi realmente reggerà il timone del barcone Italia? Dietro alle varie denominazioni politiche che si avvicendano al potere, le inamovibili eminenze grigie dei vari dicasteri, sono quelle che, nei fatti, detengono il vero potere e tracciano le rotte, ispirandosi alla burocrazia e all’auto conservazione.
By Franco Nofori per Italietta Infetta

Politica
Crolla il Conte bis e l’Italia è nel caos, ma il primo pensiero è sempre per gli immigrati

In un’Italia ridotta all’accattonaggio e prigioniera di una pandemia che non accenna a dare scampo, le irriducibili forze del buonismo nostrano, continuano a predicare l’accoglienza, non importa a quali costi e con quali conseguenze. Si deve accogliere. Sempre. Anche buttando sangue, anche trasformando le nostre città in paurosi slum, anche facendo degli invasori, gli assoluti padroni cui asservirci.
By Franco Nofori per Italietta infetta

Politica
I tristi primati italiani nella gestione della pandemia

Quando la legge viene applica con cieco rigore, solo i trasgressori seriali riescono a evitarne gli effetti, mentre a esserne più colpiti restano i deboli e anche gli adempienti più scrupolosi, perché agire verso di loro è di gran lunga più facile. Tutto ciò è forse degno di un sistema Italia ispirato a buon senso e ragionevolezza?
By Anna Bono per Italietta infetta

Politica
Luigi Einaudi sta a Sergio Mattarella, come Alcide De Gasperi sta a Giuseppe Conte?

Un amaro confronto tra l’Italia di ieri e quella di oggi. Un’Italia che, decennio dopo decennio, scivola sempre più rovinosamente nel baratro dell’illegalità e dell’incompetenza di chi la dirige. Un grande Paese che non possiede più altra ricchezza se non quella triste e nostalgica dei propri ricordi. E’ questa un’Italia che troverà la forza per riscattarsi?
By Franco Nofori per Italietta Infetta

Politica
Giorgio Napolitano, l’autorevole “compagno”, regista occulto dei golpe giudiziari italiani

Dopo il libro di Alan Friedman, sulle ingerenze di Giorgio Napolitano nella vita politica del Paese, oggi ci sono anche le conferme di Luca Palamara e Luigi de Magistris, che puntano il dito sul presidente emerito, accusandolo, nella sostanza, di aver agito come un reuccio feudale, anziché come un democratico capo di Stato. “Tutti i nodi vengono al pettine”, si dice, ma quel pettine, in Italia, non è più in uso da tempo immemorabile.
By Franco Nofori per Italietta Infetta