PoliticaFranco Nofori

Approfondimenti Politica
Una curiosa evoluzione degli orientamenti sull’accoglienza di cui nessuno parla

I molti immigrati regolari che vivono e lavorano in Italia, rispettandone la cultura e le leggi, sono comprensibilmente stanchi di vedersi assimilare a tutti i clandestini violenti e trasgressivi che costituiscono proprio quell’humus su cui germoglia e si sviluppa il razzismo. Loro non hanno difensori, giacché tutti i sedicenti umanitaristi non si dedicano ad altro se non ai tanti amati clandestini, nei cui confronti chiedono accoglienza, accoglienza, accoglienza… non c’è quindi da stupirsi se una sempre più larga parte di immigrati regolari si rivolge ai partiti di destra per recuperare la propria immagine agli occhi dell’intero Paese.

Politica
TANTI BONUS, MOLTI MALUS – AUMENTO ASSEGNI PER INVALIDI

Di primo acchito potrebbe sembrare ci sia un nesso con le polizze auto, e in parte lo è, ma solo per quanto riguarda le penalità cui i cittadini devono far fronte giornalmente, cosa che però non intacca la pubblica amministrazione autorizzata impunemente a farne di cotte e di crude ai danni del cittadino. E l’ultimo esempio è l’aumento dell’assegno di invalidità che tanto se è stato atteso per decenni può anche attendere qualche mese in più, tanto chi nel frattempo è già morto ha poco da reclamare

Approfondimenti Politica
Il Paese del bengodi all’insegna di “avanti c’è posto per tutti!”

Una volta a dirlo con tono tra l’annoiato e l’impaziente, erano i bigliettai dei mezzi per il trasporto pubblico, ma oggi l’esortazione “Avanti, c’è posto!” si è evoluta e non riguarda solo più chi viaggia su tram e autobus, ma vale per tutti; chi si muove a piedi, chi scavalca recinzioni e chi (soprattutto) approda in barca sulle coste nostrane. A noi autoctoni, invece, si applica la tonante imposizione del funesto ventennio: “Obbedir tacendo e tacendo morir!”

Politica
Autonomi e Partite IVA: Nessuno dev’essere lasciato solo, o meglio: Nessuno doveva essere lasciato solo

Un grido di dolore che giunge dal profondo della coscienza della categoria su cui l’Italia ha basato la sua storia produttiva e che dall’eccellenza all’orgoglio dell’italianita’ portata nel mondo oggi e’ ridotta ad un cumulo di macerie con attivita’ che chiudono in continuazione e imprendtori che si tolgono la vita.

Approfondimenti Politica
L’isola della “Magna Grecia” diventa terra di conquista per la gioia del governo e del clero

Governo, TAR, Europa e Chiesa. Tutti coalizzati contro il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, che vuole proteggere la sua isola e l’attività di chi la abita, da un’invasione inarrestabile di clandestini. Emergenza sanitaria e recessione economica, non sono elementi sufficienti per sconfiggere la demagogia suicida dell’accoglienza a tutti i costi.