PoliticaAnna Bono

Politica
Un bizzarro suggerimento per sconfiggere la crisi: “Chi non ha più clienti, cambi mestiere”

Su un’Italia che sprofonda giorno dopo giorno in una crisi sempre più drammatica, fiorisce una rosa di strampalati suggerimenti da parte di una classe politica che – avvezza da tempo a considerare le proprie capacità come degli optional non essenziali – non esita a spingere l’imprenditoria a cambiare mestiere per sconfiggere le avversità economiche.

Politica
Cronaca di una catastrofe annunciata nell’Italia del terzo millennio

Alla catastrofe sociale ed economica che incombe sull’Italia, non concorre solo l’incompetenza e l’immobilità dell’attuale governo, ma contribuiscono anche la superficialità e l’insensatezza di una considerevole parte di cittadini che sembrano vivere al di fuori della realtà gingillandosi con fatui progetti e aspirazioni, mentre sul tutto veglia un’Europa padrona che concede sconti solo a se stessa

Attualità Politica
Speculazioni e ipocrisie nei pretesi progetti contro la desertificazione mondiale

Il mondo si sta desertificando con preoccupante rapidità, ma le iniziative dei governi che soffrono per questo avverso fenomeno, non sempre sono improntate alla reale intenzione di affrontare seriamente il problema, mascherando spesso l’intenzione di accaparrare solo i fondi internazionali stanziati per la riforestazione. La follia green che ha contagiato il mondo non poteva escludere l’Italia dall’ennesimo business.

Politica
Quando la pazienza degli italiani assurge al valore di martirio

Affogata in un venefico cocktail d’incapacità, corruzione, asservimento ai poteri e irrisolutezza sulle questioni vitali, il nostro povero Paese langue in un furore impotente, contro chi è pronto a qualsiasi bassezza pur di conservare i privilegi che il dilagante nepotismo e lo scambio di maleodoranti favori, gli ha garantito. Ma anche la corda più resistente, con l’uso prolungato, finisce pur sempre per logorarsi e rompersi. Siamo vicini al momento del riscatto?

Politica
Gli amori politici di stagione, ovvero: una botta e via

Fin dalla creazione del primo governo repubblicano, di una cosa l’Italia poteva essere certa: cambiano i governi, ma non cambiano mai gli uomini che li avevano formati perché saranno gli stessi che li riformeranno. Oggi, però, la musica è cambiata. Gli innamoramenti hanno ceduto il posto al pragmatismo e l’impegno politico, non può più essere un mestiere a vita.