PoliticaAnna Bono

Approfondimenti Politica
Il Paese del bengodi all’insegna di “avanti c’è posto per tutti!”

Una volta a dirlo con tono tra l’annoiato e l’impaziente, erano i bigliettai dei mezzi per il trasporto pubblico, ma oggi l’esortazione “Avanti, c’è posto!” si è evoluta e non riguarda solo più chi viaggia su tram e autobus, ma vale per tutti; chi si muove a piedi, chi scavalca recinzioni e chi (soprattutto) approda in barca sulle coste nostrane. A noi autoctoni, invece, si applica la tonante imposizione del funesto ventennio: “Obbedir tacendo e tacendo morir!”

Politica
Autonomi e Partite IVA: Nessuno dev’essere lasciato solo, o meglio: Nessuno doveva essere lasciato solo

Un grido di dolore che giunge dal profondo della coscienza della categoria su cui l’Italia ha basato la sua storia produttiva e che dall’eccellenza all’orgoglio dell’italianita’ portata nel mondo oggi e’ ridotta ad un cumulo di macerie con attivita’ che chiudono in continuazione e imprendtori che si tolgono la vita.

Approfondimenti Politica
L’isola della “Magna Grecia” diventa terra di conquista per la gioia del governo e del clero

Governo, TAR, Europa e Chiesa. Tutti coalizzati contro il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, che vuole proteggere la sua isola e l’attività di chi la abita, da un’invasione inarrestabile di clandestini. Emergenza sanitaria e recessione economica, non sono elementi sufficienti per sconfiggere la demagogia suicida dell’accoglienza a tutti i costi.

L'opinione Politica
Diritto, burocrazia, decreti legge e regole scacchistiche, trova le differenze…

Come nel gioco degli scacchi, così in un sistema democratico le regole non possono essere alterate o non si tratterebbe più di scacchi e non si tratterebbe più di democrazia. Il parlamento è la sovrana espressione della volontà popolare ed è questo l’organo deputato a legiferare. L’esagerato ricorso ai decreti legge, spesso giustificato da emergenze inesistenti, è un vero e proprio attentato al diritto costituzionalmente garantito.

Estero Inchieste Politica
Sfruttati e schiavizzati è il destino di molti africani che si recano nei Paesi arabi con l’illusione del benessere

L’accusa di razzismo è ormai diventata l’epiteto più utilizzato nel mondo occidentale e non ha altra funzione se non quella di uno slogan con cui denigrare l’avversario politico. Intanto i veri razzisti del mondo arabo, schiavizzano, torturano e uccidono, molti dei loro confratelli islamici con buona pace del buonismo mondiale.