Attualità

Norme di sicurezza in volo: l’Alitalia ci ripensa, ma non proprio…

Non più distanziamenti a bordo

Finalmente l’Alitalia ha accettato di far viaggiare i suoi passeggeri senza distanziamento, come già deciso da altre compagnie aeree. Sarà così a partire da lunedì 15 luglio. Però la compagnia italiana ha intenzione di recepire e fare propria con rigore una indicazione contenuta nelle 48 (!) pagine delle nuove linee guida globali dell’Icao, l’Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile, massima autorità nel trasporto aereo civile.

Le linee guida sono un insieme di raccomandazioni per la ripresa del trasporto aereo internazionale, un “riferimento comune flessibile – si legge nel rapporto – studiato in modo da rispettare le reciproche esigenze di paesi e operatori”.  L’indicazione riguarda il bagaglio a mano. D’ora in poi sui voli Alitalia si potranno portare in cabina solo borse o zaini di dimensioni tali da poter essere riposti sotto il sedile di fronte.

Eliminare un rischio per crearne un altro

Quelli da cappelliera solo se sul volo il numero di passeggeri consente il distanziamento. Saranno quindi banditi bagagli più grossi, ad esempio i trolley, che si ripongono appunto nelle cappelliere. L’idea è che questo provvedimento serva a ridurre il rischio di contagio: evitando contatti tra passeggeri e assistenti di volo nel momento di riporre i bagagli prima del decollo, evitando contatti durante il volo tra passeggeri che lasciano il loro posto, ne sfiorano altri, li costringono ad alzarsi e attendere nel corridoio per prendere qualcosa dai bagagli riposti nelle cappelliere e infine evitando contatti tra passeggeri all’atterraggio, quando le cappelliere vengono aperte per recuperare i bagagli.

Ovviamente non si tiene conto di almeno due fattori. Il primo è che l’attesa spesso lunga dei bagagli dopo l’atterraggio può creare notevoli disagi a chi ha fretta di raggiungere la propria destinazione ed è solito viaggiare con i trolley da cabina proprio per questo. Il secondo è che aumentano i tempi di contatto con altri passeggeri in attesa di ritirare i bagagli ai moli.

Vai alla Home Page
“Italietta infetta, la voce di chi non ha voce”, iscriviti sul gruppo facebook cliccando qui

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *