EsteroFranco Nofori

Estero Inchieste
Nella stampa del Kenya torna il tormentone della “mafia italiana di Malindi”

L’attacco alla comunità italiana, da parte della stampa keniana è ormai diventato un mantra che si ripete ormai da decenni. L’aggettivo prevalente è quello di “mafiosi”, ma il lessico locale non ha ancora saputo differenziare il termine “corruzione” da quello di “estorsione”.
By Franco Nofori per Italietta Infetta

Estero L'opinione
Delirio del presidente USA: “Vladimir Putin è un killer!”

L’incredibile e delirante attacco di Joe Biden al leader russo Vladimir Putin, mette in serio pericolo gli equilibri mondiali. Se questi sono i propositi di pace del democratico e progressista presidente americano, che nel frattempo bombarda la Siria, ne vedremo davvero delle belle.
By Franco Nofori per Italietta Infetta

Estero Inchieste
Segreti svelati: Il più importante agente segreto del XX secolo finora ignorato

Perché il genero del presidente egiziano Nasser si era venduto al Mossad israeliano? Una storia sconosciuta che si è resa nota in tempi recenti e – in qualche modo – riguarda anche l’Italia. Una storia affascinante e intricata che, comunque la si voglia leggere, ha portato due irriducibili nemici a una stabile pace.
By Franco Nofori per Italietta Infetta

Estero Politica
Kenya: come dare il definitivo colpo di grazia a un sistema già sull’orlo del collasso.

Kenya, uno splendido Paese cui la natura ha fornito i doni più preziosi. Eppure un Paese in cui le uniche attività in costante crescita sono il sopruso, la corruzione e l’accaparramento. Oggi, insieme alla pandemia, a esasperare il disastro economico, interviene la Cina verso cui una classe dirigente ottusa e vorace ha incatenato la propria Nazione contraendo un debito che difficilmente potrà essere restituito.

Attualità Estero
Per il massiccio arrivo di clandestini, l’Italia premia la Tunisia con altri 11 milioni di euro dei contribuenti

Voi ci mandate i clandestini? E noi vi premiamo con 11 milioni di euro! Questa è la dissennata scelta del governo giallo-rosso a fronte dell’invasione di clandestini in arrivo dalla Tunisia, ormai diventata prima fonte dell’emigrazione verso l’Italia. Ma se i precedenti 50 milioni versati a Tunisi non erano serviti ad altro che a incrementare gli arrivi, che realistiche speranze si possono avere sui risultati che produrrà questo nuovo esborso?