Franco Nofori

Politica
Triste epilogo di un grande Paese, deliberatamente votato al suicidio!

Perché marocchini, egiziani e tunisini fuggono dai propri Paesi, per chiedere asilo politico all’Italia? Marocco, Egitto e Tunisia sono retti da governi laici che si oppongono tenacemente al fondamentalismo islamico. La logica comune dovrebbe quindi far pensare che proprio chi non s’identifica in questi orientamenti, persegua la proclamazione della Sharia. E’ davvero saggio consentire il loro ingresso in Europa?

Estero Inchieste
L’agente segreto francese ucciso. Perché nessuno ne parla?

Un agente dei servizi segreti francesi viene misteriosamente ucciso in un villaggio dell’Alta Savoia e dopo la sua morte, si scopre che era stato incaricato di uccidere un esule congolese, avverso al regime dell’attuale presidente del Congo-B. Chi gli aveva conferito quell’incarico e perché nessun media italiano ha mai ripreso la notizia?

Politica
L’Italia sta per sdoganare la pedofilia come semplice orientamento sessuale?

E’ giusto tutelare i diritti di tutti e tra questi diritti rientrano certamente anche le preferenze sessuali, ma il percorso si fa estremamente scivoloso quando, tra questi orientamenti, viene inclusa anche la pedofilia. Infatti, è da quasi due decenni che attraverso fantasiose elucubrazioni e varie forzature, ascritte a un preteso progressismo, si tenta di riconoscere una certa legittimità a questa inaccettabile perversione.

Politica
Cronaca di una catastrofe annunciata nell’Italia del terzo millennio

Alla catastrofe sociale ed economica che incombe sull’Italia, non concorre solo l’incompetenza e l’immobilità dell’attuale governo, ma contribuiscono anche la superficialità e l’insensatezza di una considerevole parte di cittadini che sembrano vivere al di fuori della realtà gingillandosi con fatui progetti e aspirazioni, mentre sul tutto veglia un’Europa padrona che concede sconti solo a se stessa

Politica
Quando la pazienza degli italiani assurge al valore di martirio

Affogata in un venefico cocktail d’incapacità, corruzione, asservimento ai poteri e irrisolutezza sulle questioni vitali, il nostro povero Paese langue in un furore impotente, contro chi è pronto a qualsiasi bassezza pur di conservare i privilegi che il dilagante nepotismo e lo scambio di maleodoranti favori, gli ha garantito. Ma anche la corda più resistente, con l’uso prolungato, finisce pur sempre per logorarsi e rompersi. Siamo vicini al momento del riscatto?