ApprofondimentiAnna Bono

Approfondimenti Politica
Mentre si predica la pace universale, la cristiano-fobia miete sempre più vittime

Le società cosiddette “progressiste” d’Europa, dedicano molte delle loro energie a combattere l’islamofobia, senza però considerare che la stessa nasce e si rafforza proprio in virtù di un’altra sanguinosa fobia: quella che colpisce i cristiani, nei loro Paesi, nei loro luoghi di culto e nelle loro case. Questa volontaria cecità su un dramma assolutamente oggettivo, che infligge terribili soffrenze a milioni di cristiani nel mondo, è il perverso catalizzatore che promuove la reciproca intolleranza.

Approfondimenti Politica
Una curiosa evoluzione degli orientamenti sull’accoglienza di cui nessuno parla

I molti immigrati regolari che vivono e lavorano in Italia, rispettandone la cultura e le leggi, sono comprensibilmente stanchi di vedersi assimilare a tutti i clandestini violenti e trasgressivi che costituiscono proprio quell’humus su cui germoglia e si sviluppa il razzismo. Loro non hanno difensori, giacché tutti i sedicenti umanitaristi non si dedicano ad altro se non ai tanti amati clandestini, nei cui confronti chiedono accoglienza, accoglienza, accoglienza… non c’è quindi da stupirsi se una sempre più larga parte di immigrati regolari si rivolge ai partiti di destra per recuperare la propria immagine agli occhi dell’intero Paese.

Approfondimenti Politica
Il Paese del bengodi all’insegna di “avanti c’è posto per tutti!”

Una volta a dirlo con tono tra l’annoiato e l’impaziente, erano i bigliettai dei mezzi per il trasporto pubblico, ma oggi l’esortazione “Avanti, c’è posto!” si è evoluta e non riguarda solo più chi viaggia su tram e autobus, ma vale per tutti; chi si muove a piedi, chi scavalca recinzioni e chi (soprattutto) approda in barca sulle coste nostrane. A noi autoctoni, invece, si applica la tonante imposizione del funesto ventennio: “Obbedir tacendo e tacendo morir!”

Approfondimenti
Gloria bianconera, ma non è la Juve, è una lezione per buonisti e razzisti

54° Reggimento Massachusetts, ovvero: quando il colore della pelle diviene motivo di legittimo orgoglio e di riscatto da ogni gratuita maldicenza, ma occorre anche chiedersi: chi sono i fautori della discriminazione che viene posta in atto? La risposta è una sola: Sono quegli uomini e quelle donne che, pur condividendo lo stesso colore della pelle, agiscono offendendo la reputazione della propria etnia.

Approfondimenti Politica
L’isola della “Magna Grecia” diventa terra di conquista per la gioia del governo e del clero

Governo, TAR, Europa e Chiesa. Tutti coalizzati contro il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, che vuole proteggere la sua isola e l’attività di chi la abita, da un’invasione inarrestabile di clandestini. Emergenza sanitaria e recessione economica, non sono elementi sufficienti per sconfiggere la demagogia suicida dell’accoglienza a tutti i costi.